Associazione MAMMADOULA – CARTA ETICA

  • Questa Carta etica è il risultato della riflessione delle doule che hanno fondato l’Associazione Mammadoula.
  • Questa Carta contiene i principi fondanti e i punti fondamentali che condividono tutti i membri dell’associazione Mammadoula. Questi principi sono la base del nostro lavoro.
  • Questa Carta etica potrà evolversi nel corso degli anni (forma, dettagli minori) ma i suoi fondamenti saranno conservati.

 

Considerato che:
Considerato che si diventa madri attraverso una metamorfosi fisica e interiore, e che la nascita di un bambino porta profonde trasformazioni in coloro che lo accolgono

Si stabilisce che:
in quanto socia di Mammadoula, ogni doula ha conseguito una formazione specifica e si impegna a svolgere il suo lavoro rispettando i seguenti principi:
Definizione della doula e dei suoi ambiti

  • La doula è una facilitatrice della migliore esperienza di maternità; accompagna il percorso nascita su diversi piani: emozionale, affettivo e pratico, per favorire la nascita di madri forti e competenti, che hanno fiducia in sè stesse, conoscono la loro forza e la loro saggezza interiore.
  • Durante gli incontri prenatali, la doula fornisce informazioni, aiuta i futuri genitori a recuperare quelle che sono per loro necessarie, li incoraggia a fare domande ai professionisti sanitari da cui sono seguiti, ad esprimere di fronte ad essi i loro desideri e le loro preoccupazioni riguardo alla nascita. La doula invita i genitori a definire il loro progetto di nascita e a condividerlo con il personale sanitario. Non è responsabile per le scelte dei clienti;
  • Durante il travaglio ed il parto la doula fornisce alla donna il sostegno di cui ha bisogno per affrontare questo momento trasformativo e potente. Si assicura che sia instaurato un clima di fiducia tra i genitori, se entrambi coinvolti e il personale sanitario. Incoraggia la mamma a rimanere protagonista della nascita del suo bambino; non si sostituisce ai genitori nelle comunicazioni con il personale medico ma grazie alla sua conoscenza dei desideri e della storia personale della coppia, può se necessario intervenire come mediatrice o portavoce;
  • Dopo il parto e durante il puerperio, la doula aiuta a creare le condizioni per facilitare lo sviluppo del legame tra madre e bambino, ascolta le emozioni della donna e della coppia, e si reca presso il loro domicilio per fornire anche un aiuto pratico (per esempio sistemare una stanza, preparare un pasto, avviare una lavatrice o occuparsi del bambino mentre la madre si fa la doccia). La Doula sarà inoltre un sostegno nell’allattamento, incoraggiando la madre e fornendo tutte le informazioni utili;
  • Durante tutta la durata dell’accompagnamento la doula esplora assieme ai genitori le differenti opzioni, li aiuta a trovare tutte le informazioni di cui hanno bisogno per poter prendere le decisioni necessarie in maniera informata, e rispetta le loro scelte senza cercare di orientarle in base alle proprie convinzioni. Il suo ruolo consiste infatti nel fornire un sostegno e uno spazio rassicurante e senza giudizio in modo da permettere alla madre e alla coppia di evolvere nel proprio percorso;
  • La doula può decidere, in autonomia, di offrire i propri servizi gratuitamente o a tariffe speciali nei casi che ritiene opportuni; si impegna inoltre a non fare concorrenza sleale alle altre doule, applicando tariffari eccessivamente bassi, e a non approfittare di clienti in buona fede, applicando tariffari eccessivamente alti

 

La doula, l’integrità professionale e l’Associazione:

  • La doula lavora per mantenere il più alto possibile il livello di cure e accompagnamento, impegnandosi per tutta la durata del contratto ad essere sensibile, informativa, accogliente, empatica, senza giudizio, flessibile, ben organizzata, pratica e protettiva nei confronti dell’ambiente familiare;
  • La doula si impegna al segreto professionale e al rispetto dell’anonimato delle persone che accompagna;
  • La doula lavora nel rispetto delle professioni coinvolte nel percorso nascita e incoraggia la creazione di un legame di fiducia e rispetto tra tutti gli operatori medici e sociali, mantenendo sempre presente la ricerca del beneficio per i genitori ed il neonato;
  • L’accompagnamento di una doula è di natura strettamente non medica. Non sostituisce, in alcun caso, né l’ostetrico/a né il/la ginecologo/a e non compie alcun atto medico. la doula non fornisce pareri medici e non ha alcuna competenza medica per seguire da un punto di vista clinico una gravidanza ed un parto;
  • La doula non è una figura sanitaria, non è un terapeuta né un paramedico. Nel caso la Doula avesse una formazione sanitaria, svolgesse anche attività terapeutiche o di sviluppo personale non terapeutico, si impegna a distinguere chiaramente la sua attività di Doula dalle sue altre attività, e a non usare le sue competenze nel lavoro di Doula senza il consenso informato dei genitori;
  • La doula di Mammadoula opera nel pieno rispetto personale e professionale delle sue consociate;
  • La doula di Mammadoula sarà il più possibile coinvolta nella vita dell’Associazione, partecipando alle riunioni annuali e le iniziative locali o nazionali che si organizzeranno, e facendosi promotrice lei stessa di iniziative comuni;
  • I rapporti con la stampa e i  media in cui l’Associazione sia direttamente coinvolta saranno coordinati dal direttivo e dall’ufficio stampa
  • La doula si impegna a tenersi continuamente aggiornata (formazioni, tirocini, laboratori, conferenze, letture) e a interrogarsi regolarmente sul proprio lavoro e le proprie conoscenze;
  • È buona norma per ogni doula tenere traccia scritta del suo lavoro, al fine di poter condividere tra le socie il maggior numero possibile di dati ed esperienze;
  • Eventuali segnalazioni in merito alla condotta delle consociate, saranno comunicate a uno “sportello” ad hoc. La forma privata delle segnalazioni è preferibile e tutela l’equilibrio interno dell’Associazione;
  • Ciascuna doula è unica e, fermo restando quanto stabilito dalla Carta etica, è libera di sviluppare e incentrare il suo lavoro in base ai diversi bisogni della donna/coppia che accompagna e in base alla sua personale formazione/attitudine.

 

Malgrado tutta la cura apportata al chiarimento dei principi di seguito elencati presso i suoi membri, l’Associazione Mammadoula non potrà essere ritenuta responsabile in caso di “deriva” da parte di una delle firmatarie della carta. Ognuna deve infatti vegliare sul rispetto di questi principi fondatori nella pratica della sua attività di Doula, e rimane l’unica responsabile del proprio lavoro. Ciononostante, in caso di mancato rispetto di questo codice di lavoro, l’Associazione Mammadoula si riserva il diritto di escludere dall’Associazione stessa i soci che, con il loro comportamento, avranno dimostrato di non aderire ai principi elencati in questa Carta etica

Carta etica Mammadoula

Mammadoula

In una società in cui spesso le relazioni umane sono schiacciate da ritmi frenetici e distanze importanti, le donne e i nuclei familiari affrontano frequentemente l'arrivo di un bambino senza una rete di sostegno in grado di supportare, confortare e proteggere. La doula fa esattamente questo: donna formata e in continua formazione, ricca di esperienza e capacità empatica, si prende cura della Madre e del nucleo familiare in uno dei momenti più delicati, faticosi e meravigliosi della vita. La doula è una donna che non giudica, non impone né suggerisce la propria idea di maternage, non dà consigli e non interferisce con le scelte della madre, ma anzi la aiuta a trovare dentro se stessa la modalità che le è naturalmente più congeniale, in un processo di empowerment personale profondo. La doula non ha competenze mediche si sostituisce in alcun modo alle figure sanitarie (ostetrica, ginecologa, pediatra, psicologa) ma anzi collabora con esse in una sinergia vincente che mette al centro la donna, la sua salute e la sua serenità. La doula accompagna la madre alle visite qualora lo desideri, aiuta a preparare la casa all'arrivo del nuovo nato e a compilare il piano del parto, insieme alla madre cerca le informazioni necessarie, attraverso lunghe chiacchierate empatiche e attente indaga insieme alla futura famiglia alla ricerca di risposte adeguate, focalizzando eventuali paure e aspettative e cercando i modi per affrontarle. La doula sta accanto alla Madre e al Padre durante il travaglio, allevia il dolore con tocchi sapienti, offre da bere e mangiare, sostiene con abbracci e carezze o assiste con discrezione e premura a tutto il processo sia in ospedale che in casa. La doula aiuta la Madre nei primi giorni dopo la nascita, momenti delicatissimi e intensi. Se la donna lo desidera, la doula sostiene l'avvio dell'allattamento, è in grado di individuare situazioni che richiedano l'intervento di una consulente IBCLC, aiuta con i primi bagnetti, prepara pasti caldi e sta insieme ai fratellini più grandi, sbrigando se richiesto piccole faccende domestiche per permettere alla madre di stare insieme al suo bambino. Soprattutto ascolta, abbraccia, comprende e protegge la Madre quando il cambiamento e la stanchezza rischiano di sopraffarla. Nessuna donna dovrebbe essere sola in un momento tanto bello e difficile. Per questo ci sono le doule. Esperienza, preparazione, empatia, assenza di giudizio, sorrisi e coccole, delicatezza e discrezione, supporto, forza e ironia. Le doule sono questo, e molto di più.